Enogastronomia e prodotti locali

Laboratorio del malgaro “Latte in alta quota” in Trentino

descrizione immagine

Luogo:Trento (TN)

€€ (nella media)

L'esperienza

Il laboratorio del malgaro “Latte in alta quota”  in Trentino conduce il viaggiatore delle radici alla scoperta dell’alpicoltura, ossia la monticazione estiva del bestiame e la produzione casearia d’alta quota. Si tratta dell’attività economica più importante per il territorio trentino-tirolese fino alla metà del XX secolo, le cui fortune e la cui decadenza sono strettamente legate anche alle dinamiche migratorie delle valli alpine. Il partecipante scoprirà quindi come si realizzano alcuni dei prodotti di maggior pregio della gastronomia locale, conoscerà la storia e le tradizioni legate alla vita sui pascoli di montagna, si sorprenderà di fronte ai benefici per gli animali e per l’ambiente naturale che l’alpicoltura tradizionale produce ancora oggi.

Inizio dell’esperienza: la mungitura

Il laboratorio inizia al mattino presto nell’alpeggio, dove i partecipanti hanno l’opportunità di avvicinarsi agli animali e imparare le tecniche di mungitura manuali e meccaniche sotto la guida di esperti casari. Questo momento consente di capire l’importanza del benessere animale e del contesto ambientale nella produzione di un latte di alta qualità.

Dal latte al caglio

Dopo la mungitura, il latte fresco viene trasportato al caseificio dove inizia il processo di trasformazione. I partecipanti apprendono come il latte viene riscaldato e inoculato con colture di caglio specifiche che aiutano nella coagulazione. Durante questa fase, si discutono anche le variazioni di ricetta che influenzano il sapore e la consistenza del formaggio.

La rottura della cagliata e la lavorazione

Una volta formata la cagliata, i partecipanti sono coinvolti nel suo taglio, un passaggio cruciale che determina la quantità di siero da espellere. Seguendo le istruzioni dell’esperto, i partecipanti manipolano la cagliata delicatamente, imparando le tecniche che definiscono la texture del formaggio.

La pressatura e la maturazione

Il passo successivo è la pressatura della cagliata in forme, dove inizia il processo di formazione del formaggio. I partecipanti assistono alla trasformazione mentre il formaggio viene poi lasciato a maturare in ambienti controllati per periodi che possono variare da poche settimane a diversi mesi, a seconda del tipo di formaggio prodotto.

Degustazione e analisi sensoriale

Il laboratorio si conclude con una degustazione dei formaggi prodotti, dove i partecipanti possono assaporare il risultato del loro lavoro e comprendere meglio le sottili differenze tra i vari tipi di formaggio. Vengono discusse le caratteristiche organolettiche dei formaggi, dando ai partecipanti gli strumenti per apprezzare e valutare i prodotti caseari di qualità.

Riflessioni finali: dal campo alla tavola

Il workshop si chiude con una riflessione sull’importanza della filiera corta e del consumo consapevole, evidenziando come le pratiche sostenibili possano influire positivamente sulla qualità del prodotto finale e sull’ambiente.

Questo laboratorio pratico sulla caseificazione in alta montagna non solo offre un’immersione nella cultura casearia locale, ma promuove anche un approccio più consapevole e rispettoso verso la produzione alimentare sostenibile.

Durata della visita

4 ore

Offerta in

italiano

Informazioni/Da sapere

Località/Il posto

Indirizzo

Trento, TN, Trentino-Alto Adige, Italia

Form di contatto

Chiedi informazioni

Hai bisogno di assistenza o hai domande? Siamo qui per aiutarti! Compila il modulo per essere ricontattato da un nostro referente!

Informazioni

Ente organizzatore

MyAncesTrip Aps

Giorni e orari

su prenotazione, da giugno a settembre

Consulta il sito ufficiale dell'attività per conoscere le informazioni aggiornate.